Lun. Set 27th, 2021

COISP Arezzo

Sindacato di Polizia

Mensa di servizio

3 min read

AL SIGNOR QUESTORE   DI                                                 – A R E Z Z O –

e per conoscenza,

         AL SIGNOR PRESIDENTE

         DELLE COMMISSIONI PARITETICHE PROVINCIALI            – A R E Z Z O –

         Egregio Signor QUESTORE,

vogliamo riproporle alcuni stralci di un nostro precedente comunicato relativo alla mensa di servizio presso la Caserma “D. Menci” con il quale portavamo alla conoscenza del  Questore di turno della drammatica e farsesca situazione della mensa di servizio presso la Caserma “D. Menci”:

         “… Nonostante gli sforzi profusi dal personale dell’Ufficio Tecnico Logistico Provinciale, che da sempre, attraverso i vari dirigenti succedutisi nel tempo, ha cercato di monitorare, stimolare, ed anche sanzionare la ditta appaltatrice della somministrazione dei pasti per le varie inefficienze riscontrate, il servizio mensa sembra aver raggiunto il livello più basso degli ultimi 10 anni.             

Nell’immaginario collettivo la parola “mensa” viene spesso associata all’idea di una ristorazione che propone piatti mediocri, di scarsa qualità e di poca fantasia… nessuno certo si aspetta da una mensa di servizio un menù da ristorante stellato, non chiediamo certo questo!              

Ormai ad oggi non abbiamo più un “menù”, che invece sarebbe previsto, secondo i dettami del contratto di appalto ministeriale, e dovrebbe essere esposto settimanalmente, questo Signor Questore, non per la dimenticanza di qualcuno, bensì per evitare di promettere un menù che le addette poi sarebbero impossibilitate a realizzare per mancanza di materie prime!          

Sono giorni che non vi è più traccia di olio, pepe, burro, farina e qualsivoglia alimento per poter realizzare o rendere più allettante un prodotto, andiamo avanti con quel che c’è, a volte del riso in bianco (non sempre), a volte olio di sansa, passabile (forse!?) per cucinare ma non per essere utilizzato come condimento, le addette al servizio, semplici dipendenti della ditta, si arrangiano e arrabattano tra il malumore crescente dei colleghi questuanti … dopo i giorni della Merla,  alla mensa sono iniziati “ i giorni della pizza, speck e delle carote”… dopo 5 giorni vorremmo vedere altro !!

 … Signor Questore le chiediamo, vista ormai l’impossibilità di poter usufruire di una mensa che rispetti i criteri previsti dal contratto ministeriale (nonostante le decine e decine di richiami fatti alla ditta appaltatrice), di concedere, fino a quando non verrà ripristinato il corretto e quotidiano servizio di somministrazione, in sostituzione il ticket-restaurant che potrà di certo addebitare alla ditta stessa, viste le gravi inadempienze contrattuali che perpetra quotidianamente.”

         Questo è quello che portavamo alla conoscenza di tutta l’Amministrazione nel febbraio del 2020 … oggi nei primissimi giorni di maggio 2021 la situazione non sembra per nulla migliorata, anzi ci giungono ripetute segnalazioni della completa mancanza di frutta, acqua, bibite, scatolette di tonno e di qualsiasi altro prodotto, gli alimenti somministrati sono pressoché assenti o in quantità che sicuramente non rispetta i parametri previsti dai contratti stipulati .

         È ormai palese l’abbandono generale di tale servizio, che rappresenta solamente un disagio per tutti i colleghi che vogliono volontariamente o “obbligatoriamente” usufruirne.

         Siamo veramente stanchi di ricevere rassicurazioni o venire informati dell’elevazione di sanzioni verso la ditta … vorremmo solamente poter usufruire di quello che ci spetta altrimenti chiediamo a gran voce che venga corrisposto il tickets restaurant per tutti gli aventi diritto.

Ci permetta una nota di ironia, ma Lei o i suoi diretti collaboratori hanno mai avuto il piacere (naturalmente senza preavviso) di fare un salto in mensa ed usufruire delle leccornie di tale attività di ristorazione???

         Certi di un Suo pronto interessamento a tutela della salute e dei diritti del proprio personale si porgono i più cordiali saluti.

Il Segretario Generale Provinciale del Co.I.S.P. di Arezzo

Alessandro Chiuppi

 Arezzo, 03 maggio 2021

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copyright © All rights reserved. | Newsphere by AF themes.