Mer. Ott 23rd, 2019

COISP Arezzo

Sindacato di Polizia

Servizio di vettovagliamento per il personale della Polizia di Stato

2 min read

Generi di conforto

Arezzo, 06 luglio 2019

Egregio Signor Questore,
il COISP di Arezzo, già da diversi anni, ha costantemente rappresentato la necessità di adeguare le modalità di attribuzione dei generi di conforto con le nuove normative di riferimento e soprattutto in considerazione del continuo depauperamento delle risorse umane in alcuni uffici strategici del settore Tecnico-Logistico di questa Questura.
Ciò ricordato, premesso che la circolare n. 750.C.1.AG.404.2.2/1955 del 13 giugno 2012, concernente il recepimento di un decreto interministeriale del 4 maggio 2012 sui servizi di vettovagliamento per il personale della Polizia di Stato regolati dall’art. 63 della Legge 23.12 .2000 n. 388, indica un importo per i generi di conforto pari a :
–  € 1,02 pro-capite giornaliere per il personale impiegato in servizi di soccorso pubblico ed ordine pubblico;
–  € 0,71 per ciascun turno di servizio per il personale impiegato in servizi notturni di vigilanza e guardia esterna a magazzini, stazioni radiotelegrafiche, uffici postali, scorta a vagoni ferroviari pari ad almeno due ore anche non consecutive di servizio, servizi di Polizia Stradale nel periodo novembre-aprile se adibiti a servizi istituzionali nelle ore notturne o in condizioni climatiche di particolare disagio, personale imbarcato su natanti sprovvisti di cucina nelle ore notturne, personale in servizio di vigilanza a depositi od obiettivi isolati, vigilanza a caserme, depositi, navi, aeroporti, eliporti o centri di particolare interesse;
–  ….
e che i generi di conforto testé richiamati nella circolare, stante le attuali previsioni e le indicazioni fornite dal Dipartimento della P.S., Direzione Centrale per i Servizi di Ragioneria, possono essere attribuiti anche sotto forma di buono da approvvigionare facendo ricorso alle Convenzioni CONSIP attive per la fornitura di buoni pasto (ticket), in formato elettronico, analogamente a quanto accade per i buoni pasto erogati in sostituzione della mensa obbligatoria di servizio, si prega la S.V. di voler interessare i competenti settori della Questura e eventualmente della Prefettura di Arezzo al fine di far cessare l’attribuzione dei generi di conforto nella modalità sinora posta in essere, peraltro sempre più problematica stante la carenza endemica di personale presso l’U.T.L.P. addetto alla preparazione di tale vettovagliamento (e non solo!), provvedendo con quella, già in essere in gran parte delle Questure del territorio nazionale, dell’attribuzione dei generi di conforto mediante consegna di ticket in formato elettronico o cartaceo.
In attesa di cortese riscontro si porgono distinti saluti.

Il Segretario Generale Provinciale del COISP di Arezzo

Chiuppi Alessandro

Copyright © All rights reserved. | Newsphere by AF themes.